Investigazioni . Aziendali . Private

 

Agenzia Investigativa

Agenzia Investigativa – Investigazioni Aziendali e Private

EUROPOL® in europa è la prima agenzia di investigazioni ed intelligence a garantire la legalità dei metodi utilizzati per svolgere le proprie indagini.

A differenza di altre agenzie investigative che svolgono indagini anche utilizzando metodi illegali, mettendo così a rischio il proprio cliente e rendendo completamente o parzialmente inutilizzabili le prove raccolte, EUROPOL svolge le proprie indagini esclusivamente attraverso metodi legali, e lo certifica con la GARANZIA LEGALIS.

Siamo un’agenzia investigativa dal 1962 rimanendo leader del settore, e offrendo soluzioni strategiche attraverso prove sempre valide in sede di giudizio e raccolte esclusivamente con metodi legali per la tutela del cliente.

 

I report informativi, prodotti al termine dell’attività investigativa, sono producibili in sede di giudizio ed hanno valore di prova testimoniale.

Nel processo civile la prova testimoniale è tra i mezzi di prova che possono essere esperiti dalle parti in causa, al fine di dimostrare l’accadimento di un fatto che costituisce il fondamento di un diritto che si intende far valere (art. 2697 c.c.).

Nel processo del lavoro il giudice può assumere prove testimoniali “senza particolari formalità” ammettendole nel processo anche se presentate nel corso dell’udienza di trattazione, sempre che le ritenga rilevanti e se non ne sia stato prima possibile l’esperimento (artt. 414 e 420 c.p.c.).

Europol effettua accertamenti, preventivi all’azione legale di recupero del credito, atti ad individuare e documentare forme di reddito del debitore provenienti da compartecipazioni, collaborazioni, attività svolte in prestanome, lavoro dipendente o lavoro sommerso.

Grazie al suo team di investigatori esperti, Europol documenta il tenore di vita del debitore, individua proprietà immobiliari e proprietà di autoveicoli ed identifica inoltre terzi creditori.

Il precetto del pignoramento presso terzi è notificato sia al debitore che alla terza parte, la quale è convocata dal giudice per dichiarare “di quali cose o quali somme” il terzo e’ debitore o si trova in possesso. Il precetto intima inoltre alla terza parte di non disporre delle somme e dei beni dovuti senza ordine del giudice.